Quando madri, nonne e bambini abitano insieme

madri

In uno scenario molto plausibile, due bambini litigano su chi deve sedere sul sedile anteriore. Mentre da un lato la mamma urla e minaccia severe punizioni se la lite non cessa, dall’altro la nonna (la madre della loro madre) dice di non ascoltarla perché è cattiva e invita i due bambini a smettere di litigare con la promessa di un bel gelato. Di conseguenza, il litigio dai bambini passa ai due adulti: chi vincerà? Nessuno.

Secondo diversi studi, questo comportamento non fa altro che avere un impatto negativo non solo sulla relazione parentale, ma soprattutto sull’educazione e lo sviluppo sociale corretto dei bambini.

Le famiglie multigenerazionali è raddoppiato dal 1980 e in molte di queste case sono incluse madri e nonne che crescono insieme i bambini. Mentre l’esposizione alla depressione, all’aggressione e al conflitto tra madre e nonna può influenzare negativamente i bambini in questi contesti, uno stato d’animo positivo, un contegno calmo e una cooperazione tra di loro possono incoraggiare uno sviluppo sano.

Tenendo ciò a mente, è importante che una nonna entri nell’ambito dell’infanzia con uno stato d’animo e un atteggiamento che possa far sentire i suoi nipotini amati, accettati e al sicuro. Pertanto, sarebbe saggio liberare eventuali emozioni negative o ansie prima di cooperare per la loro crescita.

Le madri e le figlie hanno spesso una relazione emotiva intensa, in genere legata a disaccordi o problemi che hanno vissuto in passato. Se sono veramente impegnate ad incoraggiare nei bambini una crescita adeguata, dovrebbero adottare un approccio basato su “il passato è passato”, facendo ogni sforzo per evitare di far sorgere quei conflitti in loro presenza. Ciò contribuirà notevolmente a fornire un ambiente amorevole e stimolante in cui i bambini possano sviluppare le competenze di cui hanno bisogno per essere felici e avere successo nella vita.

Se una nonna sta cooperando con la propria figlia nella crescita dei suoi figli, ecco alcuni passaggi molto specifici da utilizzare insieme per incoraggiare una relazione forte e fornire un ambiente sano e salutare per i bambini:

Incontrarsi per discutere su come gestire i problemi genitoriali tipici, tipo i tempi di alimentazione, l’ora di andare a letto, la sicurezza, la disciplina e il conflitto tra i bambini. Una volta stabilite le regole, insieme ai premi per seguirle e alle punizioni quando vengono infrante, annotarle dove possano essere facilmente lette. Se i bambini sono abbastanza grandi, spiegargli le regole, i premi e le conseguenze insieme in modo che i bambini capiscano che mamma e nonna sono entrambe d’accordo.

Rivedere regolarmente come vanno le cose nel lavoro di compartecipazione e accettare di discutere tranquillamente di eventuali disaccordi quando i bambini non sono presenti. Se la mamma o la nonna sono arrabbiate, prendere del tempo per lasciar andare l’emozione prima di discutere sul disaccordo.

Cogliere tutte le opportunità per esprimere gratitudine l’un l’altro sulla cura dei bambini e la cooperazione reciproca.

Esporre i bambini alle qualità e alle capacità uniche di mamma e nonna e fare in modo che ogni donna diventi leader in aree dove si posseggono doti o talenti speciali. Ad esempio, se la mamma è bravissima a cucinare e la nonna a leggere le favole, dedicarsi a queste attività nei momenti opportuni. Questo aiuterà i bambini ad apprezzare entrambe e a ricordare alla mamma gli importanti contributi della nonna alla loro vita, e viceversa.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi